Entertainment

Gli attori di Dawson’s Creek 20 anni dopo

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

L’importanza della reunion di Dawson’s Creek 20 anni dopo?

Rivedere assieme il cast del teen drama (con commento delle sei stagioni) ha generato tanto entusiasmo in tutto il mondo e in un’intera generazione

L’effetto nostalgia non colpisce solo i quarantenni e non cavalca solo gli Anni Ottanta. Lo dimostra il putiferio sollevato sui social dal lancio di una copertina celebrativa (con tanto di reunion del cast) dedicata da Entertainment Weekly a Dawson’s Creek.

L’anniversario è quello dei 20 anni dalla messa in onda della prima puntata del telefilm, all’epoca si chiamava così, adesso parliamo di ‘teen drama’ o di serie tv per adolescenti, trasmesso per la prima volta il 20 gennaio 1998 su The WD negli Stati Uniti, con debutto italiano nel 13 gennaio 2000 su Italia1.

In un attimo l’I don’t wanna wait della sigla è risuonato nella memoria uditiva di un’intera generazione assieme al batticuore per qualche personaggio e la memoria di vecchie ‘storie tese’ che tanto assomigliavano a quelle vissute da Dawson e amici.

Grossomodo il pubblico di allora ha ormai superato i trent’anni navigando verso i quaranta, esattamente come i protagonisti, cui la rivista americana dedica un servizio.

Il lato più avvincente dell’operazione? L’aver messo assieme colleghi che non si rivedevano dall’ultima puntata, affiancando loro anche lo showrunner Kevin Williamson.

Tutti insieme a commentare, due decenni dopo, quello che per alcuni di loro è stato un trampolino di lancio e, per altri, la massima occasione di popolarità nella carriera.

Del cast gli attori che hanno poi continuato a camminare nello showbiz sono pochi e sono Katie Holmes (Joey) e Michelle Williams (Jen) seguite con meno successo da Joshua Jackson (Pacey) e James van Der Beek (Dawson Leery). Tutti diventati attori noti – alcuni anche per i propri legami sentimentali (Jackson con Diane Kruger, la Holmes con Tom Cruise e la Williams con Heath Ledger) -, con una stella che ha brillato più delle altre: quella della ex Jen Lindley, che oggi vanta quattro nomination agli Oscar e un Golden Globe sulla mensola di casa.

Per gli altri, Kerr Smith (Jack McPhee), Meredith Monroe (Andie McPhee) e Mary Beth Peil (Evelyn ‘Grams’ Ryan) e Busy Phillips, interprete della compagna di stanza di Joey al college, le tracce sono fievoli. Solo l’ultima è ricomparsa qua e là (E.R., La verità è che non gli piaci abbastanza) e spesso compare sui tabloid in quanto madrina della figlia di Michelle Williams, di cui è grande amica.

“Negli anni ci siamo frequentati, ma non ci siamo mai ritrovati tutti insieme, e mai per molto tempo”, racconta Katie Holmes al cronista.

Michelle Williams ricorda invece l’importanza degli argomenti che il telefilm ha affrontato (il sesso precoce, l’amore, l’omosessualità, i lutti familiari, etc): “È la ragione per cui la gente, credo, abbia sentito un legame con la serie. Quando qualcosa ti affligge mentre cresci, è come se restasse lì per sempre. Quando sei così permeabile e aperto, e cerchi di capire chi sei e cosa sta succedendo, qualunque cosa ti raggiunga in quei momenti diventa realmente una parte di te”.

Il segreto del successo di Dawson’s Creek è stato anche il tono empatico e più ‘colto’ del solito, più introspettivo, con cui tali argomenti venivano trattati, come sottolinea John Wesley Shipp (Mitch, padre di Dawson): “Ricordo che una grande star, di cui non farò il nome, disse a Kevin [Williamson], ‘I giovani non parlano così’. E Kevin rispose, ‘Beh, forse no, ma lo vorrebbero’. Avevamo l’impressione che stessimo introducendo un modo diverso di raccontare i quasi adulti”.Tutte parole che hanno generano grande entusiasmo nei fan. Una gioia purtroppo non ripagata dalla speranza che la tanto sospirata reunion sia anche lavorativa e porti a qualche nuova puntata.

 

Write A Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.