Health & Fitness

I colori che stimolano l’appetito

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Consigli per dimagrire. Attenzione ai colori che stimolano l’appetito. Lo sapevate che ci sono colori che inconsciamente stimolano l’appetito in chi li osserva? E che ci sono anche dei colori che invece la fame la fanno passare? È utile conoscerli, soprattutto quando siamo a dieta! Secondo varie ricerche scientifiche i colori dei cibi influenzano l’attrazione (o la repulsione) che proviamo verso di loro. Il solo fatto di vedere una pietanza mette in moto dei processi nel nostro cervello. Ci prepariamo a mangiare. Uno dei fenomeni più noti è la cosiddetta acquolina in bocca. La vista del cibo, e anche dei suoi colori, allora influenza il nostro appetito. Secondo alcuni studi e ricerche la nostra reazione ai colori viene da lontano, dal passato, quando i nostri antenati andavano ancora in cerca di frutti e piante commestibili nei boschi e prati.

Il colore era un indicatore importante per la commestibilità di quello che trovavano. Il blu e il viola per esempio venivano spesso associati alla tossicità (pochi frutti sono blu). Questo spiega perché il blu influenza negativamente il nostro appetito.

Ma guardiamo i colori uno per uno:

  • Il rosso

Il rosso è il colore per eccellenza tra quelli che stimolano l’appetito. La vista del colore rosso accelera, così dicono, il battito del cuore, aumenta la pressione e fa venire voglia di mangiare! Per questo motivo nei ristoranti vediamo spesso tovaglie rosse, menu rossi e loghi rossi.

  • L’arancione

Anche l’arancione stimola l’appetito. È un colore allegro che invita a fare cose allegre, come mangiare bene. Tanti cibi sani e buoni hanno un colore arancione: arance, zucche, carote.

  • Il giallo

Non vi sorprenderà che anche il giallo aumenti l’attrazione. Il giallo è un colore che associamo a felicità, luce, ottimismo. La vista di questo colore stimolerebbe la produzione di serotonina, l’ormone della felicità. Ecco perché il giallo ci fa mangiare. E adesso capite anche perché una certa catena di fast food ha scelto come colori di base il rosso e il giallo…

  • Il verde

Il verde è un colore che associamo a cibi sani. La maggior parte delle verdure è… verde! Il verde era anche un colore piuttosto ‘sicuro’ per i nostri antenati. Ovviamente anche i fabbricanti di prodotti alimentari lo sanno e ne fanno buon uso. Se vogliono presentare un alimento come sano o biologico scelgono il verde per la confezione!

  • Il blu

Il blu, lo abbiamo già detto, frenerebbe l’appetito. In genere lo percepiamo come un colore poco naturale. Il blu per di più è un colore rilassante (a differenza del rosso) e non stimolante (non per niente amiamo pitturare i muri delle nostre camere del letto di blu). Il blu è dunque perfetto per chi vorrebbe dimagrire. Una luce blu nel frigorifero farebbe sembrano meno attraenti i cibi. Mangiare da piatti blu farebbe mangiare di meno. Appendete una luce blu sopra la tavola dove mangiate e vi passa la fame!

  • Il grigio, il nero e il marrone

Il grigio, il nero e il marrone sono colori in genere poco attraenti e questo vale anche per alimenti e pietanze. Il marrone per di più lo associamo facilmente a dei cibi bruciati.

  • Il rosa

Il rosa lo percepiamo, come il blu, come innaturale e lo associamo anche spesso ai coloranti. Non è dunque un colore che stimola il nostro appetito.

  • Il bianco

Attenzione al bianco! Cibi incolori potrebbero far pensare che contengono poche calorie ma ovviamente non è così. Alimenti e snack bianchi ci inviterebbero a mangiare senza troppo pensarci.

Piatti colorati:

I piatti blu rendono meno attraenti i cibi serviti. Questo sembra valere – sorprendentemente – anche per i piatti rossi, forse perché il rosso evoca anche sensi di allarme. Mangiare da piatti bianchi darebbe meno soddisfazione, mentre piatti turchesi inviterebbero a mangiare! Basta saperlo.

Write A Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.