Sport

L’Italia fuori dal mondiale brilla in Europa

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

La mancata qualificazione dell’Italia al prossimo mondiale di Russia ha sicuramente rappresentato uno dei momenti più bassi della storia del nostro calcio, ma nonostante ciò i club di Serie A, che stanno ben figurando in ambito europeo.

In Champions League Juventus e Roma si sono qualificate senza eccessive difficoltà agli ottavi di finale, mentre il Napoli non è riuscito a passare il turno e in virtù della terza posizione raggiunta nel suo girone è stato retrocesso in Europa League, dove partirà dai sedicesimi di finale.

Nell’ex Coppa Uefa, i partenopei troveranno altre big del calcio tricolore, tra cui Milan, Lazio e Atalanta, che hanno superato in maniera eccelsa (tutte e tre si sono classificate al primo posto) i rispettivi raggruppamenti.

Quando le massime competizione europee riprenderanno a febbraio, l’Italia potrà contare ancora su sei squadre in gara, cosa che, negli ultimi anni non è quasi mai capitata e nelle sporadiche occasioni in cui i club della penisola sono scesi in campo fuori confine, i risultati sono stati tutt’altro che brillanti.

Nella stagione 2014/2015 nonostante l’Italia riuscì a portare sei squadre alla seconda fase, solo la Juventus riuscì a competere in Champions, le altre cinque (Roma, Napoli, Fiorentina, Inter e Torino) invece, retrocedettero in Europa League.

Un avvenimento inusuale per la Serie A, che riporta gli appassionati di calcio indietro nel tempo, per la precisione alla stagione 1993/94, con Milan in Coppa dei Campioni, Torino e Parma in Coppa delle Coppe, Cagliari, Juventus, Inter e Lazio in Coppa Uefa.

Sono passati più di vent’anni da allora e il calcio italiano è irrimediabilmente cambiato. La forte presenza di stranieri all’interno delle nostre squadre, ha reso flebile il filo conduttore tra il rendimento dei club e della nazionale. Ad ogni modo, dopo la  debacle in chiave mondiale, le italiane devono sfruttare la scia positiva del momento e riportare in Italia un trofeo continentale che manca ormai da sette anni (la Champions League vinta dall’Inter nel 2010).

Write A Comment