Style

Montagna, ma con stile

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Alessandro Sartori, direttore artistico di Zegna racconta la sua idea, z di Zegna, a metà tra sport invernali e moda anno ’70.

La moda incontra l’activewear, parte da qui il grande cambiamento pensato da Alessandro per questo inverno. Una collezione dedicata all’uomo sportivo che ama la montagna, ma non il freddo. Degli abiti che strizzano l’occhio al comfort e alle prestazioni tecniche, gran parte della collezione Z Zegna è composta da Techmerino, un tessuto da lane merino superfini sottoposte a una lavorazione per assicurare comfort e vestibilità.

Ma ora vediamo l’outfit ideale per affrontare il ghiaccio e i fiocchi di neve:


Il neo eskimo è quello di Freedomday in poliestere e nylon con inserto in vera piuma e in piuma sul cappuccio.

Dalle cime di Madonna di Campiglio fino alle cime più esotiche del Monte Tai. Queste le illustrazioni interne al giaccone. L’idea è quella di stampare delle istantanee dei luoghi più affascinanti sparsi per il pianeta.Non può mancare la calzatura adatta e ha questo ci ha pensato Woolrich nella sua collezione di footwear.
Non commettere passi falsi è la parola d’ordine di questa collezione in più sono scarpe da veri vegani, infatti la pelle che ricopre la calzatura è vegetale, in più sono costruiti nelle cuciture della Goodyear così da avere un piede saldo sia in montagna che in città.

Per tenere al caldo le idee invece l’ideale è il cappellino in cashmere e lana di Heritage con grafiche dal sapore nordico ispirate all’abbigliamento degli sciatori infatti lo zig zag riproduce la scia lasciata sulla neve.

Write A Comment