Recensione film: “Lucy”

Scopriamo ‘Lucy’: Scarlett Johansson, diretta da Luc Besson, diventa uno spietato essere con una capacità cerebrale sovrumana.

lucy-locandina-scarlett-johanssonLa diva hollywoodiana Scarlett Johansson, Musa scoperta dal maestro Woody Allen, è l’eroina-protagonista di ”Lucy”, ovvero un film figlio di una produzione franco-americana e diretto da un grande regista come Luc Besson. L’affascinante attrice bionda, già vista nei panni di super-eroina nella saga di ‘Avengers’, si cimenta ancora in un personaggio dotato di doti super-umane: stavolta interpreta la parte di una donna che acquisisce capacità cerebrali illimitate abbattendo tutti i limiti dell’essere umano.

Lucy_Scarlett Johansson ”Lucy” è uscito nelle sale cinematografiche americane ed italiane durante il 2014 (dal 25 luglio negli States e dal 25 settembre nella nostra Penisola). Oltre alla sopra citata bellissima attrice di origini scandinave, nella pellicola figurano come figure principali l’esperto Morgan Freeman e l’attore sudcoreano Min-Sik Choi. Come detto, la regia è curata dall’esperto maestro transalpino Luc Besson, che in ‘Lucy’ dà vita ad un altro personaggio femminile in qualche maniera ‘mascolinizzato’ come già successo per il film-cult ‘Nikita’. ‘Lucy’ è un film appartenente al genere ‘thriller d’azione’; il film si basa sulle vicissitudini di una giovane studentessa coinvolta suo malgrado in loschi affari, la quale riesce però a ribellarsi ai terribili malviventi che la catturano, trasformandosi in una spietata eroina capace di oltrepassare ogni capacità umana. Peraltro, il leit-motiv di ‘Lucy’ è il seguente: ” Una persona in media usa il 10 per cento della sua capacità cerebrale; ma oggi Lucy arriverà al 100 per cento ”.
Scarlett Johansson Morgan Freeman
Lucy è inizialmente una semplice studentessa residente a Taiwan, ma che in realtà si diletta a passare più tempo nei rave party che sui libri. Ma un giorno il suo ragazzo (che morirà presto sotto i colpi di pericolosi gangster) le chiede insistentemente di trasportare una valigetta dal contenuto misterioso a un pericoloso capo della malavita asiatica di nome Mister Jang. Il malvivente, dopo aver visto cosa gli è stato mandato nella valigetta, sequestra Lucy e fa inserire dai suoi scagnozzi nel corpo della ragazza un pacchetto ricevuto, che include un nuovo tipo di droga denominata CPH4 sintetico. Lucy viene designata come semplice passivo vettore della sostanza, ma la storia andrà in modo differente in quanto il pacco-droga si rompe e la sostanza viene recepita dal cervello di Lucy fino a donarle doti mnemoniche e di conoscenza al di sopra dei limiti della logica umana. Infatti, Lucy acquisterà mirabolanti capacità psicofisico-motorie, aumentando in maniera esponenziale la capacità di sfruttamento della sua memoria sino a ricordarsi cose impensabili quali eventi vissuti quando aveva un solo anno di età!
Lucy_scarlett_malataiwan
A seguito di una ricerca effettuata nel Web, in cui la ragazza memorizza in pochi attimi l’intera storiografia di un noto neuro-biologo, ossia il docente Norman (Morgan Freeman), Lucy decide di mettersi in contatto con tale specialista del cervello umano. La super-ragazza raggiungerà l’emerito professore a Parigi, città in cui farà arrestare tre corrieri di questa nuova droga sintetica, mandati in Europa dal clan asiatico per diffonderla a Roma, Berlino, Parigi. Una volta visto il professor Norman, Lucy prende la decisione di offrire al luminare il 100 per cento della sua attività cerebrale al fine di raccoglierla in una futuristica chiavetta usb; ma prima, con l’aiuto dell’agente di polizia francese Del Rio (interpretato dall’attore egiziano Amr Waked)… [attenzione, SPOILER! Se volete leggere il resto della trama, evidenziate le prossime righe con il mouse, sono scritte in bianco]

metterà fuori uso l’intero clan di malviventi inviati in Francia da Mister Jang per ucciderla. Dopo assurdi ed irreali combattimenti, in cui Lucy riesce a stanare prima di agire i suoi nemici infrangendo qualsivoglia legge e/o regola della natura, la ragazza diverrà una sorta di forma divina rinchiusa in un computer e a disposizione dell’intera umanità per la scienza del futuro. Però prima Lucy si renderà protagonista di un surreale viaggio astrale che la porterà a incontrare un’altra Lucy, cioè la prima donna-scimmia di cui è stata accertata l’esistenza sul nostro pianeta.

TRAILER:

Nicola Celentano
vertigo.nirvana@gmail.com

You may also like...

1 Response

  1. Mi è servita mezza giornata di riflessione però alla fine sono giunto a una conclusione: Lucy è una puttanata. Colossale forse no, ma mica male sicuramente si.
    Ma è un peccato, perchè con qualche momento spiegone in meno, qualche scena d’azione in più e un epilogo senza venature metafisiche il film sarebbe potuto decollare.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *