SBK Imola 2014: che spettacolo!

sbk_imola_bemagazine-174

Il mese di maggio è solitamente quello che tutti i motociclisti aspettano per tornare finalmente in sella: con i mesi piovosi alle spalle, si organizzano i primi raduni, le uscite con gli amici, i giri per gli appennini e le soste nelle trattorie a gustare carne alla brace e sorseggiar lambrusco e sangiovese. Non poteva esserci periodo migliore quindi per il 4° round del “SBK Fim World Championship 2014“, che lo scorso week-end ha fatto tappa nel mitico circuito “Enzo e Dino Ferrari” di Imola.
sbk_imola_bemagazine-255Maggio è anche il mese di due ricorrenze speciali: l’8 maggio 1982 ci lasciava uno tra i piloti più amati dai ferraristi, Gilles Villeneuve, che proprio qui ad Imola, due settimane prima del maledetto incidente di Zolder, aveva vissuto una delle massime delusioni della sua carriera (arrivò secondo dietro Pironi, che lo passò alla Curva Tosa nell’ultimo giro), mentre il 1 maggio 1994 Ayrton Senna fu lo sfortunato protagonista dello schianto al Tamburello (senza dimenticare Ratzenberger il giorno prima, alla curva Villeneuve). Questo week-end è stato perciò molto sentito da tutti i partecipanti all’evento, sia spettatori che piloti ed addetti ai lavori, che alla classica gioia ed euforia che si respira nell’ambiente hanno rivolto più di un pensiero ai due grandi campioni del passato: quasi un pellegrinaggio al monumento dedicato ad Ayrton e a Gilles, con foto e soste davanti alle gigantografie del grande campione brasiliano nell’area paddock del circuito emiliano.sbk_imola_bemagazine-2

Noi di BE! Magazine abbiamo avuto l’occasione di esser presenti in tutte e tre le giornate di questo spettacolo chiamato Superbike, vivendo insieme agli appassionati delle due ruote un’esperienza davvero unica, speciale e diversa da qualsiasi altro sport che siamo abituati a conoscere più direttamente. Qui i colori sono tutti mischiati, dal verde Kawasaki al rosso Ducati, tifosi Honda che si bevono una birra insieme a quelli dell’Aprilia, in un’atmosfera rilassata e di festa che a fine giornata lascia comunque gioia e un sorriso anche se il pilota per chi si tifa non ha fatto la gara che si sperava.

ombrelline_sbk_imola_bemagazine-10In zona box e direttamente sulla pitlane possiamo assaporare alcuni degli istanti più segreti della competizione : il check up prima e dopo le qualifiche, le impressioni dei piloti ai propri tecnici, la tensione pre-gara e gli ultimi accorgimenti per rendere perfetto l’assetto della motocicletta. Nella pitlane vediamo anche Max Biaggi in compagnia di Alberto Tomba, ma hanno la sfortuna di passare proprio quando il plotone di ombrelline si prepara per la partenza, ed ovviamente tutta la nostra attenzione cambia direzione!sbk_imola196

Tra i tanti momenti da raccontare, quello che più ci ha emozionati è stato sicuramente la premiazione di Lorenzo Zanetti, vincitore con la sua Honda della categoria Supersport: un mix di sensazioni molto forti, l’inno nazionale italiano, il casco in omaggio ad Ayrton Senna con i colori del Brasile, la dedica della sua prima vittoria in Supersport ad Andrea Antonelli proprio qui ad Imola, davanti ai tifosi italiani, mesi dopo il dramma vissuto in quella sfortunata domenica di luglio al GP di Russia. sbk_imola_bemagazine-37

Nella gara di Superbike, purtroppo i piloti italiani non hanno avuto il successo che tutti speravano, ma ci si è consolati con i due secondi posti della Ducati di Chaz Davies, mentre il dominatore assoluto del week-end è stato Jonathan Rea, che su Honda (Team Pata) ha fatto l’en-plein centrando Superpole, giro veloce e le due vittorie in Gara 1 e Gara 2.

sbk_imola_bemagazine-167Tra i protagonisti di questi tre giorni, Paolo Beltramo è sicuramente quello tra i più vicini agli appassionati; il suo modo di vivere e raccontare le due ruote lo fa essere amato dal pubblico, che appena lo vede gli urla un “Ciao Paolone!” e parte con l’immancabile foto di rito, sempre disponibile a concedere. Immancabile anche “Virgin Radio” con Ringo, ormai la “radio bikers” per eccellenza, che nel Paddock Show ha ospitato vari protagonisti  di questo week-end imolese, tra i quali Giacomo Agostini a presentare la nuova Mv Agusta 800 “Ago”, a lui dedicata e prodotta in soli 300 esemplari.sbk_imola_bemagazine-53

Vi lasciamo con una serie di immagini di questi tre giorni passati ad Imola, momenti rubati ai box, piloti e meccanici concentrati nel loro lavoro, attimi delle gare e dei paddock, per finire con una carrellata dedicata alle meravigliose ombrelline, sempre sorridenti e disponibili per le foto con i fans.

ombrelline_sbk_imola_bemagazine-37Per noi di BE! Magazine è stata un’esperienza nuova ed emozionante, che se ci sarà occasione saremo ben lieti di ripetere; ringraziamo il National Press Office dell’Autodromo di Imola per la grande cortesia nell’averci accreditato (grazie Francesca!) e teniamo in particolar modo a rivolgere un caloroso ringraziamento a tutto lo staff della security del circuito, tanto professionali quanto disponibili e sempre attenti a rendere un servizio impeccabile. Le immagini di questo articolo sono di Dario Silvestri ( www.dariosilvestri.it ) e Lore Ferrara ( www.photopink.net ).

 

You may also like...

2 Responses

  1. 2015/01/28

    […] alle quali noi di BE!Magazine abbiamo partecipato, ad esempio le fantastiche giornate passate ad Imola e Misano per il campionato […]

  2. 2015/05/13

    […] un anno esatto dalla prima presenza ufficiale nel mondo SBK, BE!Magazine torna ad Imola per il 5° round del Campionato del Mondo Eni Fim […]

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *