Donati 20 Euro per i terremotati emiliani

Sebbene i nostri aggiornamenti non siano più frequenti come una volta, non abbiamo dimenticato lo scopo “nobile” che il nostro sito si è dato sin dall’arrivo del primo sponsor, nel 2009.

Non potevamo restare insensibili davanti ad una tragedia come quella che ha colpito soprattutto le province di Ferrara e Modena: tanti, troppi morti e danni alle abitazioni ed alle aziende, una situazione che potrà tornare alla piena normalità solo tra mesi. Bisogna fare in fretta, bisogna aiutare chi in pochi secondi si è trovato senza più un posto dove dormire o senza un luogo di lavoro. Gli aiuti statali arriveranno, ma sicuramente sarà una macchina lenta da avviare e nel frattempo c’è bisogno di solidarietà, dote che, fortunatamente, agli Italiani non è mai mancata.

Abbiamo deciso dunque di dare un contributo, per quanto le nostre risorse ce lo consentano, tramite la raccolta fondi promossa dal Corriere della Sera e da La7, “Un aiuto subito“. Eccovi la prova della nostra donazione di 20 Euro.

Donare è semplice, i versamenti si possono effettuare al conto corrente IT73L0306905061100000000671 intestato a «Un aiuto subito. Terremoto in Emilia» presso Banca Intesa Sanpaolo, viale Lina Cavalieri, 236 – 00139 Roma.
Se non potete permettervi grandi cifre, è anche possibile versare 2 euro con un semplice sms o una chiamata da telefono fisso, al numero 45500.
Ogni piccolo gesto può essere utile, l’unione fa la forza. Magari qualcuno tra voi starà ridendo della povertà della donazione, sbandierata come se fosse un capitale, ma in questi momenti mi piace ricordare che il sito nasce con l’idea di sfruttare per uno scopo alto dei contenuti bassi, popolari come quelli che proponiamo. Ed è grazie ai (tanti) lettori ed ai (pochi) click sui (pochissimi) banner se adesso possiamo essere orgogliosi di aver donato complessivamente 290 euro.
Ringraziamento doveroso anche al nostro partner pubblicitario AddyOn.

Un appello finale: non dimenticateli. Ricordatevi delle persone colpite dal terremoto anche quando spariranno gli speciali dei tg, anche quando la notizia non sarà più tra le prime tre. Sarà forse proprio allora che i terremotati avranno più bisogno del vostro aiuto.

You may also like...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *