A tu per tu con “Mery” Katia Greco

Torniamo a parlare della serie “Il Giovane Montalbano” (stasera in onda il secondo episodio), soffermandoci stavolta su uno dei protagonisti. Si tratta di Mery, la prima fidanzata del commissario. Ad interpretarla è l’attrice messinese Katia Greco, con la quale abbiamo realizzato una breve intervista.

Mery è il primo amore di Salvo Montalbano, negli anni del suo apprendistato in polizia, prima che conoscesse la storica fidanzata Livia. È una bella ragazza siciliana che insegna latino, che ama la buona tavola, con la testa sulle spalle, e che vorrebbe sposarlo. Nella prima puntata ha aiutato Salvo, contando su autorevoli agganci al ministero, e lo ha fatto nominare commissario a Vigàta. Mery è una donna dalla «bellezza raccolta, come segreta», scrive Andrea Camilleri nel racconto “La prima indagine di Montalbano”.
Nella seconda puntata (Capodanno), Montalbano alloggia ancora in un albergo, ed è proprio qui che la notte di Capodanno viene commesso un omicidio. Montalbano decide di affittare una casa sul mare. Mery è felice che il compagno non viva più in albergo, ma questa felicità dura poco: quando lei gli propone di andare a vivere insieme, lui non la prende per niente bene e questo causa la rottura dei due.

Katia Greco è laureata in Scienze Biologiche e vive a Roma, dove ha frequentato vari laboratori teatrali e corsi di recitazione sul metodo Strasberg. Abbiamo già visto la giovane attrice siciliana in Distretto di Polizia 9, RIS 4, Noi Due, Crimini Bianchi e Il Capo dei Capi e a teatro a Roma nello spettacolo La Grande Cena. Katia dice del personaggio: “Il ruolo di Mery mi rispecchia moltissimo, anche io amo la buona cucina e credo nell’amore. Quindi non ho dovuto fare particolari sforzi. Mi sono sentita naturalmente vicina a lei perché credo negli stessi valori”.

Sei una lettrice dei libri di Camilleri, una spettatrice della serie con Zingaretti o hai dovuto studiare per entrare nell’atmosfera delle storie?
Tutte e tre le cose! Ho letto diversi libri di Camilleri ed ho seguito varie puntate della serie con Zingaretti. Ma allo stesso tempo ho cercato di leggere il personaggio di Mery e di renderlo al meglio tirando fuori, appunto, i miei lati simili.

Che atmosfera c’era sul set? Non capita spesso di dover rifare una serie di così grande successo con un cast tutto nuovo… il confronto pesava?
Sul set l’atmosfera era splendida, molto serena, si lavorava bene. Il confronto non pesava perché si era consapevoli che si stava realizzando un progetto nuovo e poi tutto il cast ha dato il massimo per rendere al meglio questa serie e i risultati si sono visti. La prima puntata è andata benissimo!

Dopo la messa in onda della prima puntata, hai già avuto dimostrazione di cosa significhi partecipare ad una serie che fa questi numeri? Magari per strada ti chiamano Mery?
Fa piacere sapere di essere visti da tantissime persone ed è capitato che qualcuno mi abbia riconosciuta, ma nessuno mi ha chiamata “Mery”. Ho ricevuto tanti complimenti, che fanno sempre piacere e stimolano a dare il massimo.

Nella vita reale, ti piacerebbe un fidanzato come Salvo Montalbano?
Montalbano non sarebbe l’uomo giusto per me, come non lo è neanche per Mery, tanto è vero che lo lascia. Io credo in dei valori basilari, solidi, fondamentali per un rapporto di coppia. E poi, io sono già fidanzata e mi piace solo il mio compagno! (sorride)

I prossimi impegni di Katia Greco saranno un videoclip musicale e lo spettacolo teatrale “Ti sposo ma non troppo”, di e con Gabriele Pignotta. Sembra stia per concretizzarsi anche un ruolo sul grande schermo, ma per scaramanzia, al momento preferisce non parlarne.
Da parte nostra, un ringraziamento per la sua cortesia ed un grosso in bocca al lupo per il prosieguo della carriera!

You may also like...

2 Responses

  1. Laura says:

    Davvero un’attrice giovane brava e bella. Complimenti.

  2. Pippo says:

    Fantastica nel ruolo di Mery. Brava e bella, un viso nuovo per il cinema italiano. Basta le solite faccie.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *