Ketty, dal calendario alla copertina

Sebbene in notevole ritardo (mea culpa!), ecco a voi il nuovo appuntamento con lo spazio più in vista sul nostro sito, quello riservato alle bellezze vip ed alle modelle che hanno conquistato questo privilegio grazie al vostro sostegno nelle Battle of Beauties. E stavolta parliamo di una ragazza che ha saputo mettere d’accordo pubblico e critica… Il pubblico l’ha premiata in tre sfide, mentre la critica (cioè il nostro piccolo gruppo di lavoro responsabile del casting per il calendario) l’ha prescelta come CalenDiva, unica modella nel progetto che fosse già stata una battling beauty. Ed è quindi con piacere che vi lascio alle parole ed alle immagini della splendida Ketty.

Ciao Ketty, bentornata su queste pagine. Sei siciliana, ma vivi in Lombardia… è stata una scelta di lavoro? Troppo poche le opportunità per una modella in Sicilia?
Ciao a tutti i lettori di BE! Magazine, prima di tutto vi ringrazio di avermi votata, sono troppo contenta di questo risultato!
Abito in Lombardia da quando avevo 9 anni, i miei genitori hanno deciso di salire su per lavoro; come ben sapete, in Sicilia non è tutto rose e fiori, non c’è tanto lavoro, quelle poche persone che hanno la fortuna di averlo se lo tengono caro!
Secondo me una modella non può mai vivere definitivamente in Sicilia, alcuni fotografi mi hanno chiesto: “
Ritorneresti in Sicilia definitivamente?”… la mia risposta è sempre stata “No”, proprio perché so che se qui posso avere dei sogni nel cassetto, dei desideri, degli obiettivi da raggiungere che riguardano la carriera di fotomodella o l’esordio nel mondo del cinema forse riesco a realizzarli, invece in Sicilia è molto più complesso!

Se sei in copertina, è perché hai vinto ben 3 delle nostre “Battle of Beauties”. Cosa pensi abbia colpito i nostri lettori? Solo la bellezza o c´è altro?
Non saprei… ognuno ha gusti diversi, posso piacere come posso non piacere, purtroppo il mondo della moda, dello spettacolo, della fotografia, non sono visti sempre bene.
Penso che una persona oltre alla bellezza debba essere votata anche per altre cose, ho risposto a ben tante domande in queste tre battaglie, forse è piaciuta la mia simpatia, la mia solarità, la mia allegria o forse solo l’aspetto? Chi lo sa!
(sorride) Io comunque ringrazio sempre chi mi ha votata, soffermandosi all’apparenza oppure andando oltre e scavando nelle mie risposte il mio modo di essere.

Ma tanti voti significano anche tanti amici su internet… Come usi la Rete? Ti piace avere amici virtuali o solo mantenere i contatti con chi già conosci… o magari quelli che ti servono per lavoro?
Quando mi collego ad internet lo uso fondamentalmente per lavoro, ho facebook e lì ho molti contatti, sia per lavoro che di persone che non ho mai conosciuto. In rete ci sono diversi siti dove sono iscritta come modella e altri dove parlano di me, il più importante dei quali è Maxim!
Del resto la rete è una bella e forte scoperta per noi tutti, perché ti aiuta a trovare quello che vuoi; infatti, la rete, per noi modelle, è uno strumento fondamentale perché ci fa tenere sempre in contatto con fotografi, make up artists, hair stylists e addetti ai lavori di ogni genere.


Diana Mazalska, Giulia Tartaglia ed Angela Amitrano sono state le tue tre avversarie nelle sfide. Chi delle tre è la più bella, per il tuo gusto personale?
Tre bellezze! Ti confesso una cosa: avevo paura di perdere di fronte a tali bellezze! Sono belle tutt’e tre però preferisco Giulia Tartaglia e ti spiego anche il perché: mi sono sempre detta “vorrei tanto che mia figlia sia scura con gli occhi chiari”, perché sta “in mezzo” ai canoni del nord (bionda, occhi azzurri) e quelli del sud (scura, occhi scuri) e, secondo me, se Giulia si affidasse a qualche fotografo esperto di beauty farebbe venir fuori dei ritratti bellissimi proprio per questa sua particolarità di essere scura con occhi chiari

E qual è stata invece la domanda che ti ha messo più in imbarazzo, se ce n´è stata una?
In imbarazzo nessuna, si può pensare che le domande legate al sesso mi abbiano messo in imbarazzo in base alle mie risposte, ma neanche più di tanto, sono un po’ intime, per questo ho “reagito” così ma sono una ragazza con cui si può parlare di tutto senza problemi!

BE! Magazine porta spesso fortuna alle modelle che appaiono sulle sue pagine… Tu hai avuto molti contatti dopo le prime pubblicazioni? Solo ammiratori o anche qualche proposta di lavoro? Parlaci un po’ dei tuoi ultimi lavori…
Speriamo che porti fortuna anche a me allora!
Sì, ho avuto contatti di ammiratori e di fotografi che mi facevano i complimenti per la pagina del calendario, a quanto vedo è piaciuto a molti,ne sono contenta! Quanto agli ultimi lavori…
In ambito fotografico ho lavorato con il grande Dario Altamura, importante fotografo di moda e soprattutto di vip! È stato un onore lavorare con una persona così importante nel campo fotografico e devo dire che è davvero molto bravo, per quanto ho potuto vedere (ancora non post prodotte) ha scattato delle bellissime foto, non vedo l’ora di vederle!!
In ambito televisivo ho fatto la valletta in un programma televisivo di calcio che è stata la mia prima importante diretta in tv! È stata una esperienza bellissima che ripeterei molto volentieri!!
Vorrei ricordare la mia ultima pubblicazione importante nel campo dei motori sulla rivista “Elaborare”, dove ho rilasciato un’intervista all’interno e sono stata anche pubblicata in copertina! Grande soddisfazione!!

Un posto speciale ce l’ha sicuramente il Calendario Wallpaper 2011. Raccontaci un po’ come hai vissuto l’esperienza: superare il casting, lavorare con uno dei tuoi fotografi preferiti, vedere il risultato finale, la presentazione al Just Cavalli e la notizia sul sito di Sky
Ricevere la notizia di aver superato il casting mi ha stampato in faccia un sorriso a 32 denti! Ho lavorato con Diego Alfaroli, bravissimo fotografo,e siamo andati, quel giorno, in due posti diversi in esterno: Consonno, dove abbiamo sfruttato al massimo la location, tra angolazioni, muri dipinti, la chiesa e tutto il resto sono venute fuori delle belle foto; Fiume/Cascata, altra location che ha dato delle belle foto, ma, mentre scattavamo di pomeriggio, ero abbastanza stanchina e la cosa che mi ha davvero distrutta è stato il freddo che ho provato stando a pochissimi centimetri dalla cascata! Dopo questa “disavventura” però devo dire che il risultato che abbiamo ottenuto mi piace molto; devo ringraziare mia nonna che mi ha regalato il “vestitino” tutto buchi buchi che ho usato nel calendario che, da quanto ho notato, è piaciuto molto ai fotografi!
Quando è uscito il calendario e c’è stata la presentazione al
Just Cavalli… innanzi tutto io e il mio moroso non trovavamo la via e ci siamo persi! Ma, non appena sono arrivata, ho trovato poche persone ancora (ed io che pensavo di essere in ritardo!), ho fatto le prime foto e poi, appena sono arrivati tutti, siamo entrati nel locale e lì è iniziata la festa, tra foto, parlare con gli altri fotografi del calendario, torta, festeggiamenti, ecc… mi sono divertita molto! Quella sera la compagnia era davvero ottima!
Quando ho ricevuto la notizia che eravamo sul sito di
Sky, ho controllato subito e ho condiviso nella mia bacheca di facebook la pagina; sono delle belle soddisfazioni queste! E vi ringrazio, redazione di Be! Magazine, per quello che mi avete offerto e che mi state offrendo!

Un complimento che ti ha fatto particolarmente piacere?
Ci sono tanti complimenti che fanno piacere, ma ricevere dei complimenti da una donna, secondo me, è un piacere che ti blocca un attimo e poi ti fa pensare: “che bello! Ti ringrazio di cuore!!”

Affronti tutti i generi fotografici, dal fashion, a scatti un po’ sperimentali, al nudo. Cosa pensi di questa crociata contro il nudo che si sta portando avanti in Italia? Una volta in copertina sull’Espresso c’erano donne nude, adesso è un miracolo trovare un nudo parziale su Max!
Poso per servizi fotografici che vanno dal ritratto al nudo artistico e per artistico mi riferisco a foto dove non si intravede neanche il pube (sottolineamolo, perché ci sono persone che pensano che il nudo sia tutto uguale e volgare).
Cosa penso di questa crociata? L’Italia è divisa da tre fazioni, tre forme di pensiero: una che dà l’ok al nudo in tutte le sue forme, la seconda che dà l’ok solo al nudo che non è volgare e neanche tutto esplicito e una terza forma di pensiero per il no al nudo senza neanche capire di cosa si tratta davvero. Ormai donne nude se ne vedono tantissime in giro, anche un’azienda che deve sponsorizzare una crema per il corpo preferisce la nudità nel catalogo.
Io sono una persona che non dice no al nudo, basta che però non sia né volgare, né tutto esplicito e né privo di significato; la foto di nudo deve avere il suo perché, come tutte le altre foto artistiche, deve avere una sua storia dietro.
Non voglio e non pretendo che le persone quando vedono una foto di nudo l’accettino subito, ma almeno soffermarsi un attimo a capire cosa c’è dietro, il perché di quell’espressione, di quella posa, vederla con occhi più ampi e non subito pensare a “nudo = donna poco di buono, sesso”; alcune volte vedo delle foto di nudo in giro che sono più caste di certe foto che ci sono in giro di intimo o anche di fashion!
I miei genitori, essendo siciliani, prima la vedevano un po’ da chiusi, poi hanno capito che il lavoro di fotomodella è un lavoro come tutti gli altri. Io li ringrazio tutt’ora perché mi sostengono sempre nelle mie decisioni e mi hanno cresciuto molto bene e ringrazio anche il mio ragazzo che accetta quello che faccio
(Grazie Vì!).

Dunque sei una modella che si propone anche per il nudo artistico; visto che ci sono modelle che lo rifiutano, se dovessi convincere qualche modella ad accettarlo e a lasciarsi andare, cosa le diresti?
Bella domanda questa! Neanche io all’inizio facevo quel genere lì… mmmhh… cosa le dico? Io capisco il loro imbarazzo verso chi non conoscono, però noto che le persone che lo fanno per lavoro, il nudo artistico/glamour lo fanno tranquillamente senza problemi perché, come ho scritto prima, alcuni lavori commerciali lo richiedono.
L’unica cosa che voglio dire a tutte le ragazze che non lo fanno è di vederla per un attimo con altri occhi… cioè, all’inizio può salire l’imbarazzo, ma poi si renderanno conto che è come posare in intimo. Però mi raccomando, non cadete a fare foto volgari perché ci vuole davvero un pizzico per sbagliare.

In un mestiere come il tuo, alti e bassi sono inevitabili. Tu sei caratterialmente predisposta ad affrontarli? Ti esalti e ti abbatti facilmente o riesci a mantenere un certo equilibrio?
Certo, in questo mestiere ci sono degli alti e dei bassi. Ogni mese non è uguale, c’è quando un mese lavori tantissimo e un mese quando lavori poco. Raggiungere gli obiettivi è un’emozione bellissima e mi esalto tantissimo quando questi vengono raggiunti; certo, un po’ ci rimango male se per alcuni casting non vengo scelta, ma ti devo dire anche una cosa… c’è un detto che recita “ciò che non uccide fortifica” ed è cosi: gli ostacoli della vita aiutano a crescere, i lavori che adesso non riesco a fare vuol dire che, oggi, non li merito ed il solo pensare “un giorno riuscirò a fare anche quelli” mi rende più forte!
Perciò in risposta alla tua domanda, ti dico che riesco nella maggior parte dei casi a mantenere un certo equilibrio e se mi dovessi abbattere, penso alle cose belle che la vita mi sta offrendo e poi…basta guardare il mio cagnolone che è il primo a mettermi il sorriso quando sono triste, il primo a vedermi quando sto male e a farmi tornare il sorriso… grazie mille di tutto, ti voglio bene Willy!!!


Sei favorevole o contraria alla chirurgia plastica? Visto che il seno è uno dei tuoi punti forti, dev’essere una bella seccatura la concorrenza sleale delle siliconate…
Io sono favorevole alla chirurgia plastica! Penso che ognuno sia libero di fare quello che vuole nella propria vita; secondo me però una persona deve intervenire solo se deve migliorare un qualcosa del proprio aspetto fisico e non farlo per capriccio o perché pensa che facendo un ritocchino arriva a uno scopo… poi questo è sempre un mio punto di vista, ripeto, non sono contraria e se una persona sta male, ha i complessi perché non si vede con il fisico che si ritrova, io sono la prima a dirle “vai se vuoi andare, anzi, fai bene!”. Perciò ragazze sentitevi libere di cambiare il vostro corpo se questo vi rende più felici e diffidate di chi vi dice di non farlo… sentirsi e vedersi belle vuol dire stare bene con sé stessi e con gli altri (sorride)

Ti piacerebbe lavorare anche in tv? In che ruolo ti vedi? Protagonista di uno spot, valletta, concorrente di un reality show…
Certo che mi piacerebbe lavorare in tv!
Per me sarebbe un record mondiale!! Mi piace la tv e spero tanto che un giorno riuscirò a cavalcare “l’onda” della tv! Sarebbe davvero un grande sogno realizzato, oltre a fare la fotomodella!
Mi ci vedo in tutti i ruoli
(ride)… non mi dispiacerebbe entrare a far parte di qualche reality show come il Grande Fratello o La Pupa e il Secchione, oppure come valletta per qualche trasmissione importante, oppure interpretare la protagonista di qualche pubblicità o chi lo sa di qualche film… io sono aperta a tutto quello che mi capita di buono, con l’unica cosa che non sono mai scesa e mai scenderò a compromessi… non sono una ragazza che si “compra” con queste cose, anzi, io sono disgustata da chi ha la faccia, il coraggio, di chiedere una cosa del genere ad una ragazza che spera di entrare in questo mondo e di realizzare un sogno così grande!! Ho sempre lavorato e continuerò a lavorare con gente seria (sorride)

C’è qualche hobby che non abbiamo ancora scoperto nelle interviste precedenti?
Mi piace ascoltare la musica, mi rilassa un casino… chiudo gli occhi e mi sembra di stare su un altro pianeta senza pensieri… mi aiuta tantissimo a distrarmi, ottima per quando voglio rilassarmi, infatti anche quando sono a casa davanti al pc o quando faccio i mestieri, iTunes è la prima cosa che accendo! E così volo nella fantasia della musica!

In conclusione, i tuoi 3 buoni propositi per l’anno nuovo!
1: Continuare a inseguire il mio sogno di fotomodella come ho sempre fatto tutti gli anni, arrivare, chi lo sa, forse quest’anno a fare qualche lavoretto più alto rispetto a quello che sto facendo adesso.
2: Avere accanto a me persone che mi comprendono, che mi capiscono, che mi accettano per quello che faccio (la fotomodella) e continuare ad avere accanto a me le persone a cui voglio un bene dell’anima e che amo.
3: Meritarmi di lavorare con gente di livello sempre più alto, di essere fotografata dai grandi fotografi… dai grandi maestri! Però il mio proposito più grande è che spero tanto di lavorare in tv! Si inizia sempre dalle piccole per poi arrivare alle grandi cose!
Dal mio futuro io mi aspetto sempre il meglio, sono una ragazza con dei sogni che vuole realizzare nella vita,io ce la sto mettendo e ce la metterò tutta per realizzare quello che davvero voglio, perciò aspettare e avere fede e fiducia della propria persona e della propria vita è l’arma per vincere qualsiasi battaglia!

Un saluto amici di BE! Magazine e, ricordatevi, non mollate mai, combattete per avere quello che volete, così nel futuro, con un mano sul cuore e con gli occhi chiusi potete dire: “Non rimpiango niente nella mia vita,ho lottato per avere quello che volevo e anche se non sono riuscito ad averlo va bene lo stesso, perché ce l’ho messa tutta e ne sono felice”.

Ringraziamo Ketty per la disponibilità e per le foto che lei stessa ci ha inviato. Ma non è finita qua! Ecco a voi il video-saluto esclusivo della nostra bellissima:

You may also like...

4 Responses

  1. Ignazio Dal says:

    Ma cosa ha di speciale? Ha anche un bel seno ma lo mostra poco

  2. gigi says:

    Carina, ma quante parole inutili per giustificare il nudo.Il nudo,anche quello esplicito deve essere un fatto di sensualità e piacere senza che ci debbano per forza essere particolari significati dietro.Anche lei ha fatto nudi espliciti.

  3. Roberto says:

    Le fotomodelle non diventano belle se usate dal ricco diabolico o da criminali senza scrupoli.
    marianouvelles.altervista.it

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *