Emma Frain, l’Inglese dagli occhi di cerbiatto

In tempi di elezioni e crisi finanziarie qua e là per l’Europa, proponiamo una bellezza dal cuore della vecchia Inghilterra per allietare queste giornate primaverili. Lei si chiama Emma Frain e i suoi occhioni, oltre che le sue indubbie “altre” qualità, le hanno permesso di farsi strada tra l’agguerita concorrenza delle altre glamour models britanniche. E con questa intervista che ha concesso al BE! Magazine scommettiamo che presto si farà strada anche tra i cuori di coloro che ancora non la conoscono.

International users can click here for the English version of this interview

Ciao, Emma, benvenuta su BE! Magazine. Avevi mai pensato di diventare una glamour model o è “capitato”?
Ho sempre voluto fare la modella ma non avevo mai davvero pensato di fare glamour, né avrei mai pensato che neppure dopo un milione di anni ciò sarebbe mai avvenuto. Tutto iniziò quando andai al Clothes Show a Birmingham, dove fui scoperta da una agenzia di modelle che mi suggerì che sarei dovuta diventare una modella glamour grazie al mio seno abbondante. Ma quell’agenzia risultò essere una truffa e mi toccò pagare quasi 600 sterline per le foto; ne rimasi molto delusa ma mi fece realizzare quanto in realtà volessi diventare una modella. Dopo di ciò inviai le mie foto a tutti i magazine e le agenzie specializzate fino a che non firmai un contratto esclusivo per la Girl Management e uno con ZOO magazine.

Fai la modella per le riviste da un po’ più di 2 anni, se ricordo bene. Come sono stati?
Gli ultimi due anni sono stati difficili ma ne ho amato ogni minuto.
Quando iniziai a fare la modella avevo appena iniziato il secondo anno di università e in principio fu difficile gestire gli impegni. Saltavo lezioni e seminari per avere giorni liberi e andare a Londra per lavorare, il che significò che ero sempre dietro tutti, cercando di recuperare quel che mi ero persa. Pensai finanche di abbandonare l’università per dedicarmi a tempo pieno a fare la modella. Tuttavia i miei professori e la mia famiglia mi furono molto vicini ed erano sempre disponibili quando ero troppo stressata o restavo indietro e avevo bisogno d’aiuto, e mi persuasero a tener duro. Ho incontrato tante persone eccezionali facendo la modella, tanti buoni amici e ho viaggiato in posti bellissimi per lavoro come il Portogallo, Ibiza, la Francia del sud, Amburgo. Mi diverto così tanto quando lavoro e mi ritengo molto fortunata che mi sia stata data questa opportunità.

Precisamente, cosa ami e cosa odi del tuo lavoro?
Amo essere sotto contratto con NUTS magazine al momento, lavoro con la miglior squadra di persone, sono davvero adorabili e ci divertiamo moltissimo mentre realizziamo i servizi. Le ragazze con cui poso sono tutte come le mie migliori amiche adesso e ci consideriamo una famiglia. Amo anche l’agenzia per cui lavoro, la chiamo la mia famiglia di Londra perché si prendono sempre cura di me. Amo non sapere mai che lavoro andrò a fare e finora non ci sono stati due servizi uguali, quindi non mi annoio mai!
Soprattutto adoro viaggiare all’estero per i servizi, perché il sole mi rende felice e non mi pare nemmeno di lavorare, è come andare in vacanza con gli amici. L’unica cosa che odio del mio lavoro è il modo in cui sono percepite le modelle glamour da alcuni. Sembra esserci uno stereotipo che tutte le modelle siano stupide, ‘
WAGS mancate’ che fanno sesso con tutti. Non è affatto così! Ho una laurea in scienze motorie e sport, non ho mai neppure incontrato un calciatore, né ho mai avuto un incontro sessuale di una sola notte!

Hai mai “odiato” il tuo seno perché distoglie l’attenzione dal tuo viso e dal resto del tuo corpo?
Non potrei mai odiare il mio seno perché se non fosse per esso non avrei un lavoro così meraviglioso, né avrei incontrato tante persone straordinarie e viaggiato per il mondo.

Studi scienze dello sport, come va all’università? Cosa pensi di fare con i tuoi studi?
Mi sono laureata all’università lo scorso Giugno con un 2:1, pensavo di diventare un’insegnante di educazione fisica prima di fare la modella. Ora invece sto pensando di tornare all’università a studiare per diventare una dietologa.

Ho sentito che sei una brava ballerina, è solo un hobby o vuoi farlo diventare un vero lavoro un giorno?
Diventare una ballerina professionista è difficile quanto diventare una modella e ora che ho 22 anni credo di essere un po’ troppo grande per cercare di affermarmi come tale, anche se mi sarebbe piaciuto fare la ballerina da prima ancora che iniziassi la carriera di modella. Amo ballare e continuerò a farlo come hobby per ora ma, se l’opportunità di farlo professionalmente dovesse capitare, sarebbe un sogno che si realizza. Ho pensato anche che potrei fare l’insegnante di danza in futuro, ma per adesso continuerò a fare la modella fin quando potrò e se qualcos’altro dovesse capitare sarebbe un dippiù.

Tra i tuoi hobby c’è anche la pole dance. La pratichi come un esercizio sportivo o per sedurre gli uomini?
Pratico pole dancing perché è una delle migliori tipologie di esercizio che abbia mai fatto. È molto difficile da imparare e allena ogni muscolo del corpo, ma mi piace perché è divertente e da quando l’ho iniziata mi ha davvero tonificato. Se sono fuori con gli amici e vedo un’asta in un club devo saltare sul palco ed esibirmi, ma i movimenti non sono mai troppo buoni dopo qualche drink e l’ultima volta che ho provato son caduta e mi sono rotta l’alluce; da allora cerco di controllarmi e praticare la pole dance solo in studio!

Diventa per un momento una promotrice turistica per la tua città, Stoke-on-Trent, e dicci qualcosa su di essa
Stoke-on-Trent adesso ha una popolazione di oltre 360.000 abitanti. Dal XVII secolo è famosa per la fabbricazione di ceramica su scala industriale. Industrie come Minton, Royal Doulton, Spode e Wedgewood furono tutte fondate qui. La città è uno dei 100 maggiori poli commerciali nel Regno Unito. Stoke-on-Trent è internazionalmente conosciuta per le migliori ceramiche del mondo ed è anche diventata un’importante destinazione turistica. Il più grande centro per gli acquisti a Stoke-on-Trent è ad Hanley. Qui il Potteries Shopping Centre ospita rivenditori specializzati indipendenti e marche di abbigliamento rinomate, ottime per comprare le ultime novità della moda. Ad Hanley c’è anche il quartiere culturale di Stoke-on-Trent. La città ha 5 grandi teatri con le più importanti produzioni, oltre a svariati cinema che mostrano gli ultimi film. Ha anche una buona reputazione per una vita notturna vivace e numerosi ristoranti, bar e club. Stoke-on-Trent ha due squadre di calcio: Stoke City FC, che gioca al Britannia Stadium ed è al momento in Premier League, e Port Vale FC, che è in League 2.

Il voto è segreto, ma essendo un argomento di attualità debbo chiedere: hai votato alle ultime elezioni in UK? Quanto segui la politica?
In tutta onestà non seguo molto la politica poichè la trovo molto noiosa e non ho votato quest’anno perché ero in vacanza nella Repubblica Dominicana quando c’erano le elezioni!! Tuttavia penso che sia stata una buona idea vedere in tv i tre leader di partito nei loro dibattiti e ne ho io stessa guardati un paio, trovandoli piuttosto interessanti.

In Italia c’è molta discussione (finanche il Presidente della Repubblica ha detto la sua) sulla presenza di donne in topless o nude in tv e sulle riviste; molti sono contrari a ciò fino ad essere veri censori. Presumo che le cose in Inghilterra siano differenti, ma come?
Credo che le persone in UK siano semplicemente più aperte mentalmente verso la nudità, il corpo umano è una cosa bella e dovrebbe essere celebrato. Non danneggia fisicamente nessuno vedere una bella donna a seno scoperto su un magazine e in molti Paesi se si va in vacanza molte donne girano in topless sulle spiagge, quindi qual è la differenza!?
Penso che sia molto triste che ci sia chi si schiera contro le modelle glamour ed il loro farsi vedere in topless, mentre se una modella di moda fa lo stesso o a volte posa anche nuda, viene vista in un modo completamente diverso ed è accettata come arte!

Nei servizi fotografici inglesi vi sono di frequente due o più modelle; vai d’accordo con le altre modelle? Puoi dirci chi consideri amica o almeno frequenti al di là del lavoro?
Tutte le glamour model che ho incontrato sono state deliziose e ho stretto alcune grandi amicizie. Tra queste, Leah Francis, Emma Glover, Rosie Jones, Lindsey Strutt, Kelly Andrews e Rhian Sugden. Cerchiamo di incontrarci e uscire insieme il più possibile oltre il lavoro, ma a volte è difficile perché viviamo tutte in diverse parti del Paese, ma ogni qual volta ci è possibile vederci, ci divertiamo sempre molto!

Se potessi scegliere un modello, attore, sportivo o celebrità come partner in un servizio, chi sceglieresti? E in quale ambientazione vorresti posare con lui?
Potendo scegliere chiunque credo che sceglierei o Robert Pattinson o Ian Somerhalder, chi dei due è disponibile, perché entrambi sono assolutamente stupendi. Non mi interesserebbe molto l’ambientazione, a patto che implichi il minor numero di vestiti possibile! (ride)

Come ti vedi da qui a 10 anni? Sposata con figli, ancora a fare la modella o qualcosa di completamente diverso?
Onestamente non lo so, non penso al futuro, amo il mio lavoro di adesso e prendo ogni giorno come viene cercando di farne il meglio possibile finché dura!

Qual è il tuo rapporto con la tecnologia? Sei su Facebook/Twitter/altro?
Non sono molto brava con la tecnologia, ho una pagina facebook che cerco di tenere aggiornata, ma non mi piace molto stare seduta davanti al mio laptop per ore. Ho anche un sito, www.emmafrain.co.uk, dove tengo un blog e cerco di aggiornare il più possibile.
Non ho una pagina su Twitter al momento, ma di recente ho scoperto che qualcuno sta impersonando me lì e quindi ho bisogno di fermarlo prima di poter aprire una pagina io stessa!

L’ultima domanda è sull’Italia: ci sei mai stata? Ti piacerebbe? E cosa ne pensi degli Italiani?
Adoro gli Italiani, le persone che ho incontrato finora mi sono sempre sembrate così cordiali e felici… e appassionate! Quando ero più giovane lavoravo nel pub dei miei zii e il cuoco che era lì era italiano ed era davvero adorabile, stava sempre allegro e a cantare e cucinava cibi deliziosi. Non sono mai stata in Italia ma sicuramente ci andrò presto, mi piacerebbe andare in giro a fare la turista e visitare tutti i luoghi storici e importanti, e non vedo l’ora di assaggiare il cibo!! Potrei avere bisogno di una guida (sorride)

Ringraziamo Kat Perry (Girl Management) per averci inviato le immagini che vedete in questo articolo e vi invitiamo a lasciare un commento per Emma, qui o nella versione in inglese. Potete scoprire altro su Emma sul suo sito ufficiale www.emmafrain.co.uk o sulla sua pagina GlamourChase, www.glamourchase.com/emmafrain.

You may also like...

4 Responses

  1. marco says:

    Wonderful Emma!!!!! 😉

  2. donato says:

    Sono mesi che sto a bocca apertaaaaaaa

  3. stefano says:

    Intervista vera, diversa da quelle che appaiono su Nuts! avete intervistato altre glamour models inglesi?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *