Donati 25 Euro a Trenta Ore per la Vita

Nuovo mese e nuova donazione, che porta il totale a 125 euro da fine Ottobre ad oggi… siamo bravi o no?

Come destinatario, abbiamo scelto un’associazione storica, che da oltre 15 anni raccoglie fondi a favore di altre associazioni: Trenta Ore per la Vita. Proprio la scorsa settimana, è stato possibile effettuare delle donazioni telefonicamente, via sms. Anche se questa opzione non è più attiva, la raccolta continua ed è tuttora possibile contribuire tramite donazione online, come abbiamo appena fatto noi; la campagna si chiuderà il 15 Settembre.

Per la campagna 2010, Trenta Ore per la Vita sostiene la Fondazione ABIO Italia Onlus (Associazione per il Bambino In Ospedale).

Sul sito si legge:
L’Associazione Trenta Ore per la Vita, con i progetti della campagna di raccolta fondi 2010 a favore di ABIO, si impegna a rendere meno traumatico l’impatto dei bambini e degli adolescenti con l’ospedale e, al fianco degli oltre 5 mila volontari ABIO, ad accompagnarli con un sorriso, insieme ai loro genitori, nel percorso di cura.

“Sappiamo che può essere un’esperienza molto difficile per un bambino o un adolescente entrare in ospedale e, oltre al distacco dalla sua casa e dalla sua famiglia, conoscere, forse per la prima volta, il dolore, la paura, l’angoscia. La malattia diventa un evento scioccante che modifica il ritmo e la qualità della sua vita e può lasciare il segno per sempre.” Queste le parole di Rita Salci, Presidente dell’Associazione Trenta Ore per la Vita Onlus.

“Un ospedale a misura di bambino è da sempre uno dei nostri obiettivi”, dichiara Regina Sironi, segretario generale di Fondazione ABIO Italia Onlus, “Grazie al sostegno dell’Associazione Trenta Ore per la Vita Onlus e grazie a tutti coloro che crederanno nei nostri progetti, i bambini e gli adolescenti di tutta Italia potranno ricevere il sorriso di un volontario ABIO ed essere ricoverati in ambienti pensati appositamente per loro”.

ABIO, Associazione per il Bambino in Ospedale ONLUS, è stata fondata a Milano nel 1978 per promuovere l’umanizzazione dell’ospedale. Da 30 anni i volontari ABIO si occupano di sostenere e accogliere, in collaborazione con medici e operatori sanitari, bambini e famiglie che entrano in contatto con la struttura ospedaliera. Fondazione ABIO Italia ONLUS coordina e promuove, sul territorio nazionale, l’attività delle Associazioni ABIO locali che con i loro 5.000 volontari offrono un valido e costante supporto ai bambini e alle loro famiglie.

E ancora:
Il tuo contributo renderà possibile la riqualificazione dei reparti pediatrici di tre presidi ospedalieri al Nord (Milano, Ospedale San Carlo Borromeo), al Centro-Sud (Napoli, Azienda Ospedaliera “A. Cardarelli”) e nel Sud Italia (Palermo, Policlinico “P. Giaccone”).

L’obiettivo è quello di far sì che i piccoli ricoverati possano vivere rispettati nei loro diritti, in reparti pediatrici ed in ambienti a “misura di bambino”, accompagnati dai loro cari e dal sostegno dei volontari ABIO.

Noi abbiamo fatto la nostra parte, invitiamo anche voi a fare lo stesso e a donare, dalla pagina sul sito di 30 Ore per la Vita o direttamente da quella sul sito dell’ABIO (mea culpa, anche noi avremmo dovuto farla da lì, ma non avevo notato la possibilità di utilizzare paypal).

Ormai dovreste fidarvi di noi, ma non rinuncio a mostrarvi la prova dell’avvenuta donazione:

Concludo ringraziando i nostri sponsor Diavolite e Chirurgia Estetica Salus per il sostegno e augurandomi di rinnovare questa piacevole tradizione. Non saranno le nostre decine di euro a cambiare il mondo, ma noi crediamo nella loro utilità e sopportiamo gli sberleffi, come il commento di oggi alla donazione precedente…

You may also like...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *