Marina Khadarak: “Karina di Buona Domenica” si racconta

Tutti conoscete l’ospite della mia intervista come “Karina”, una delle bellissime protagoniste dell’ultima edizione di “Buona Domenica” nel 2007/2008. Pier Francesco Pingitore l’ha scelta per impersonare Anita Ekberg in una fiction… e come si fa a resistere al fascino delle sue forme e del suo sguardo magnetico? In questa occasione si presenta con il suo vero nome, raccontandoci un po’ della sua vita passata e delle ambizioni future. Amici lettori, leggete con attenzione quest’intervista a Marina Khadarak… e lasciate un commento, lo leggerà!

Ciao, Marina, e benvenuta su BE! Magazine. Cominciamo dagli inizi: com’era la tua vita in Russia, prima di arrivare nel nostro Paese?
Ho iniziato a fare i primi passi come modella proprio in Russia, ma per pura curiosità, in quanto lavoravo già come imprenditrice nel settore edile. Ero affascinata dal mondo della moda internazionale e tutto ciò che gli girava intorno, ma l’impresa che gestivo mi portava via molto tempo, quindi la moda era più un hobby.

Cosa ti ha spinta a scegliere proprio l’Italia come tuo Paese d’adozione?
In Italia sono arrivata per amore, ma per pura coincidenza. Era l’estate del 2000 e mi trovavo a passare le vacanze in Spagna, un Paese che adoro… e, a dire la verità, avevo anche l’intenzione di andare a vivere lì e creare una storia con qualche uomo caliente del posto. Ma il caso ha voluto che in quei giorni fossi colpita non da uno Spagnolo, ma da un Italiano. Non conoscevo nulla del “Belpaese”, neanche la lingua, così comunicavo con lui in spagnolo. E da lì è iniziata una bella storia d’amore, matrimonio, trasferimento in Italia nel 2002 e un’unione di cinque anni. Insomma, una bella esperienza, che però come tutte le belle cose è terminata…

Ti conosciamo tutti come “Karina”. Perché hai scelto un nome d’arte così simile al tuo vero nome?
Me lo aveva dato Cesare Lanza, capo progetto di Buona Domenica 2007/08, edizione alla quale avevo partecipato come valletta. Cesare aveva racchiuso in quel nome “Karina” tutte le caratteristiche della mia persona: la bellezza, la solarità, la simpatia, la sincerità e l’ironia, tanto che mi facevano fare anche gli sketch comici con Beppe Braida.

Il programma che ti ha dato la notorietà è stato appunto quella “Buona Domenica”. Cosa pensi della recentissima polemica tra Barbara D’Urso e Paola Perego?
Ho avuto l’opportunità di conoscere e frequentare Paola per quasi un anno intero e posso dirti che è una donna forte, intelligente e una grande lavoratrice. L’ammiro molto ed è un mio punto di riferimento femminile nel mondo dello spettacolo. Barbara non ho mai avuto l’opportunità di conoscerla, grande professionista anche lei, ma non so perché ha fatto quelle considerazioni così gratuite, anche se legittime in quanto ognuno di noi è libero di pensare quello che vuole. Credo che Paola e Lucio (Presta, ndr) erano più incavolati per il fatto che l’azienda non avesse preso posizione nel proteggere una sua “dipendente”. Ma comunque sappiamo benissimo che tra le donne dello spettacolo esistono rivalità, invidie e gelosie… c’est la vie

Personalmente ritieni che quell’edizione fosse volgare?

Hmm… vedo come voi media italiani sfruttate e utilizzate la bellezza femminile, le curve e la sensualità! Promuovere la bellezza delle donne è una cosa veramente stupenda, certo devo ammettere che di domenica pomeriggio ci sono anche molti bambini e in automatico mi viene una domanda: ma che esempio stiamo dando a quei bambini? È un argomento che tira in ballo molti interessi, dalla moralità, all’audience, al rispetto per il pubblico. Al di fuori di questo, posso dirti che quell’edizione ha avuto alti ascolti e in piccolissima parte grazie anche me!

E per te cos’è la televisione volgare?
Volgare è qualsiasi comportamento, atteggiamento o situazione che non rispetta il pudore e la sensibilità del pubblico. Esistono fasce protette che vanno rispettate! Poi ognuno con il telecomando dà conferma di ciò che è consono al proprio gradimento e alla propria sensibilità.

In che rapporti sei con la tua “socia” di allora, Eugenia?
Da quando non lavoriamo più insieme a Buona Domenica ci siamo perse di vista. D’altronde abitiamo in due diverse città, io Milano e lei Roma… ma qualche volta ci messaggiamo!

Sul tuo profilo facebook ti definisci “attrice, modella e valletta”. “Valletta” è un termine che molte ragazze si rifiutano di usare, sembra quasi un’offesa… Tu invece ti trovi bene in questi panni?
Ormai le ragazze d’oggi, le nuove generazioni, vogliono subito arrivare in alto senza fare la gavetta. Per me il termine valletta è sinonimo di gavetta, farsi conoscere a poco a poco. Bisogna non solo crescere, ma saper crescere, e molte ragazze italiane non lo hanno capito. Poi qualsiasi cosa faccio, la faccio sempre con grande orgoglio, in quanto se non mi piacesse di sicuro la rifiuterei.

Come attrice, hai avuto di interpretare Anita Ekberg nella fiction “Vita da Paparazzo”. Una bella soddisfazione e un grande riconoscimento alla tua bellezza… Sei riuscita a sentirti un po’ lei?
Mamma mia, che emozione! Mi sono sentita veramente molto coccolata sul set, anche perché lavorare con Pier Francesco Pingitore è veramente una grande soddisfazione, lui è eccezionale e spero di essergli rimasta nel cuore e che un giorno mi richiami per lavorare al suo fianco. Interpretare Anita, che è il sex symbol per eccellenza, la femminilità sovrana, mi dava un’eccitazione pazzesca, mi sentivo volare, mi sentivo amata, ammirata, guardata, tutte cose positive che fanno benissimo ad una donna.

“Anitona” è diventata un’icona anche perché negli anni ’50-’60 era molto apprezzata la donna formosa… Tu che sei prosperosa come lei, non ti senti un po’ sfortunata a vivere in un’epoca in cui le magrissime sono tanto osannate?
Ti prego, non me lo ricordare! Ci penso ogni giorno che sarei dovuta nascere cinquanta anni fa! Adoro quell’epoca, la moda, la società, l’eleganza e allo stesso tempo la semplicità. Poi di avere le curve alla Anitona, come dici tu, non posso che essere felice. Vivo bene con il mio corpo e le mie misure. Il mangiare poi è uno dei primari piaceri della mia vita, oltre a quella cosa lì… (da bollino rosso)

Come attrice, hai partecipato anche all’ultimo film di Jerry Calà, “Torno a vivere da solo”. Dopo questi piccoli ruoli che potremmo definire “gavetta”, ti senti pronta per un ruolo da protagonista o temi che per una straniera come te sia più difficile fare questo grande salto?
Sì, prontissima, ma con ruolo adatto alla mia persona. Voglio far vedere non solo le qualità fisiche, ma anche il mio carattere e la simpatia. Quindi desisererei un ruolo in una commedia all’italiana. Mi piacerebbe lavorare con Vanzina, Verdone, Veronesi e ho un debole per un giovane regista, Fausto Brizzi!

Gireresti una scena di nudo per esigenze di copione o hai delle riserve?
Perché no, la bellezza va mostrata, ma sempre con arte o simpatia… senza volgarità! A me piace catturare gli uomini e gli sguardi e amo molto stare al centro dell’attenzione. Ma tra noi donne, chi non lo ama?

Continuerai a lavorare anche come modella o ti concentrerai di più sulle altre due carriere? Ad esempio, poseresti per un calendario sexy o per Playboy?
Nella vita, soprattutto nello show business, bisogna provare e fare tutto, mettersi in gioco. Quindi volentieri un calendario! Amo molto giocare con la mia femminilità e ti posso assicurare che solo il corpo non basta per trasmettere emozioni; contano molto lo sguardo ed il carisma che emana ognuno di noi, chi più, chi meno! Poi tutte le donne sono belle e hanno una caratteristica particolare che dà loro fascino, ma bisogna conoscerle…

Da qualche anno in Italia, partecipare ad un reality show sembra l’unica possibile strada verso la fama per le ragazze. Tu parteciperesti ad un reality?
Perché no! È un’altra prova per mettersi in gioco. Mi piacerebbe fare un reality come “La Talpa” o “La Fattoria” o “L’Isola dei Famosi”… insomma, programmi dove potrei mostrare le mie qualità e contribuire a sfatare il noto cliché che una bella ragazza non sa fare nulla, ha paura di tutto e ama le comodità. Sono reality che soddisfano il mio spirito avventuriero e di mettermi in gioco anche con delle difficoltà materiali… Amo il rischio!

L’alternativa è il gossip… Come mai non ti vediamo tra le bellezze paparazzate? Non frequenti uomini vip o sei brava a non farti beccare?
Sono troppo brava! Dai, scherzo… È facilissimo non farsi beccare, l’importante è non frequentare i soliti posti. Io frequento molto dei bellissimi posti che sono anche molto riservati. E poi tante volte il gossip non frutta molto, perché poi ti giudicano male affibbiandoti ogni settimana un flirt diverso!

Parliamo un po’ della tua vita privata… Quali sono i tuoi hobby? Cosa ti piace fare nel tempo libero?
Mi piace giocare a carambola (a biliardo), mi piace molto guidare e per questo faccio sempre viaggi in macchina, amo i bellissimi paesaggi come i laghi (ah, vi ho rivelato un mio rifugio!) e quindi la natura e gli animali. Mi circonderei di animali, ma per il lavoro che faccio non li potrei molto curare, visto che vivo da sola e sempre in viaggio, ma sono riuscita a instaurare una bella convivenza (ecco il gossip!) con un bel coniglietto bianco che è molto indipendente. È un animale dolcissimo che mi trasmette l’affetto che mi manca vivendo lontano dalla mia famiglia… ci facciamo le fusa e compagnia.

Che rapporto hai con internet? Navighi spesso? Curi un tuo sito o sei sui social network? Ti piace leggere i commenti dei fans?
Ormai senza internet non posso più vivere, come credo la maggior parte delle persone. Navigo tre o quattro ore al giorno e dedico molto tempo ai miei blog su Myspace e su Facebook, dove tutti i miei ammiratori possono contattarmi e nel giro di poco tempo rispondo anche. E devo dire che ho molte donne che mi aggiungono… ciò non può che farmi piacere, in quanto quando sei apprezzata da una donna, il complimento è doppio e più sincero di quello di un uomo.

In conclusione, saluta i nostri lettori e dai loro appuntamento… Anzi, puoi magari anticiparci quando ti rivedremo in tv o al cinema?
Sono appena rientrata dalla Russia dove ho passato le vacanze in famiglia e mi ha accolto con gioia l’uscita come Pappagallina del mese di settembre, in apertura della stagione tv, sul sito di Alessandro Coppi, che mi ha dato la possibilità di ricordare la mia presenza a molti personaggi dello show business che ammirano ogni mese il sito di Alessandro. Inoltre sono in trattativa con uno dei registi citati prima, ma per adesso, giusto per scaramanzia, non voglio aggiungere altro… ma voi, cari lettori di BE! Magazine, sarete i primi ad essere a conoscenza delle prossime ed importanti novità!
Un bacione e a presto!

Le foto in questa pagina sono di Adriano Conte, la prima è stata pubblicata su For Men Magazine di Febbraio.
Per lasciare un messaggio a Marina, vi ricordo il suo myspace ufficiale www.myspace.com/marinakhadarak ed il suo facebook ufficiale www.facebook.com/profile.php?id=753359695… in alternativa, c’è lo spazio dei commenti!

You may also like...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *