Il futuro di Luis Figo e Paolo Maldini

Eccovi un paio di news calcistiche su Milan e Inter che l’amico Nicola Celentano ci ha appena inviato…

Figo potrebbe essere il vice-Mourinho: il tecnico è d’accordo

Avere 37 anni e non sentirli. E pensare che stava per “mollare” a fine campionato scorso, quando Roberto Mancini non lo “vedeva”, mentre ora Luis Figo è un’importante opzione tattica per le ultimissime giornate del campionato nerazzurro. Al termine della scorsa stagione, se fosse stato riconfermato il tecnico di Jesi, Luis avrebbe sicuramente lasciato, ma l’arrivo di Mourinho gli ha subito dato le motivazioni giuste, perché sapeva benissimo della stima che nutre per lui lo Special One.

In questi giorni si paventa la possibilità di restare un altro anno o addirittura di assumere il ruolo di vice-allenatore. Entrambe le eventualità trovano l’assenso di Mourinho e Moratti. L’esterno portoghese è considerato un vero e proprio “collante” all’interno dello spogliatoio, ma la sua professionalità e la sua esperienza gli consentirebbero, secondo allenatore e presidente, di essere fondamentale ancora sotto il profilo agonistico. Sabato sera Mourinho ha rispolverato il suo caro tratto distintivo, ovvero il 4-3-3, e per attuarlo ha puntato proprio sul campione portoghese e sul redivivo Mancini. Comunque, non ci sarebbe molto da stupirsi perché l’ex giocatore di Real e Barcellona stava scalando le gerarchie da settimane nelle scelte del tecnico portoghese.

Mourinho sarebbe ben lieto di inserirlo nel suo staff come luogotenente. Tuttavia, Luis ci tiene a sottolineare che anche se vorrebbe rimanere nel mondo del calcio, non si immagina come allenatore, perché è un ruolo che lo sottoporrebbe, a suo avviso, a troppe pressioni. Riuscirà lo Special One a convincere Figo a diventare il suo vice? Il Vate di Setubal non è nuovo a cose del genere: la sua forza di persuasione è eccezionale, del resto ha saputo dare la giusta iniezione di fiducia a giovani come Balotelli e Santon, e stava perfino per rigenerare Adriano. Aspettiamo risvolti… per prossimi aggiornamenti, restate sintonizzati su questo canale!

Paolo Maldini smette, ma non farà l’allenatore

Ebbene sì, stavolta la scelta è davvero definitiva, non ci saranno ripensamenti dell’ultim’ora come nelle ultime due annate: la leggenda del calcio italiano Paolo Maldini appenderà le scarpette al chiodo al termine di questa stagione. La notizia era già certa, ma nel corso di una recente intervista, il pluridecorato capitano rossonero ha ribadito la sua volontà di lasciare il calcio dopo un quarto di secolo di militanza agonistica nella stessa squadra, il Milan, stessa squadra in cui giocò a lungo anche suo padre Cesare.

Proprio in occasione delle ultime dichiarazioni, l’ex capitano azzurro ha chiarito che nel suo futuro non c’è il ruolo di allenatore; Paolo non sa bene cosa farà, ma per ora non si pone il problema, in quanto ha prima intenzione di prendersi una lunga e meritata vacanza e poi, con calma, valutare che ruolo ritagliarsi all’interno del mondo del calcio, che è la sua vita.

La bandiera rossonera ha più volte definito la sua carriera come una favola per tutto quello che gli è successo e per il fatto di essersi legato in così tanti anni di attività a una sola squadra, peraltro la squadra della sua città e, come dicevamo prima, di suo padre. Ora Paolo non sente che qualcuno gli corre dietro, quindi la sua esigenza è solo quella di “staccare la spina” per poi rimettersi in gioco in una nuova veste che dia ancora lustro alla sua immagine, ammirata e celebrata in tutto il mondo: infatti, il capitano rossonero è universale, è stimato da colleghi e avversari. Il Milan avrà un bel da fare per sostituire un personaggio del suo calibro, ma del resto un Paolo Maldini nasce una volta ogni 100 anni, quindi si affronterà il dopo-Maldini col massimo impegno, ma ben consci della sua unicità. In bocca al lupo, caro “the history maker”, ovvero Colui che ha fatto la Storia!

Nicola Celentano

You may also like...

1 Response

  1. ANTONIO says:

    DA TIFOSO è SPORTIVO IL Sig, FIGO

    è una persona seria chè puo fare

    sia il VICE CHE IL DIRIGENTE.

    GRAZIE. Forza INTER

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *