Natalia Bush, la Spagnola che ha scelto l’Italia

BE! Magazine compie un anno e lo festeggia con una nuova intervista esclusiva ad una delle “Italiane d’adozione” preferite dal suo coordinatore (che poi sarei sempre io). Una donna bellissima, di quelle che tolgono il fiato e mandano in bambola gli uomini più timidi. Un reality show ci ha rivelato che è anche una brava ragazza e la nostra chiacchierata telefonica me l’ha ulteriormente fatta apprezzare. Ho passato un anno intero insieme a lei, io a casa mia e lei lì, attaccata al muro, diversa ogni mese (anche se un po’ bidimensionale), nel suo calendario 2008. Soltanto adesso però ho avuto occasione di rivolgerle qualche domanda… Ringrazio Serena Saggioro, ufficio stampa della Luca Casadei, per la grande pazienza nei confronti del sottoscritto, e vi lascio alla trascrizione dell’intervista alla meravigliosa Natalia Mesa Bush.

Ciao Natalia e benvenuta su BE! Magazine. Per cominciare, raccontaci i primi passi nella tua professione…
Ho cominciato a Tenerife, poi mi sono spostata a Madrid e da lì un amico ha organizzato una settimana di vacanza a Milano. Mentre ero a Milano, sono passata da un’agenzia che mi ha proposto di partecipare al concorso di Roberta, che in passato era stato vinto da Michelle Hunziker… Ho vinto quel concorso e sono rimasta in Italia.

Possiamo dire che la tua carriera è decollata in Italia?
Sì, avevo già fatto delle cose in Spagna, avevo anche vinto un concorso di bellezza… ma in Italia ho raccolto di più.

Dopo quella pubblicità per Roberta, c’era molta gente che conosceva il tuo fondoschiena, ma non il tuo viso… Questo ti ha mai messa in imbarazzo?
No, per niente! Anzi, è più bello così, la gente è stata più curiosa di vedere la parte alta, no? (ride) Senz’altro una cosa carina e diversa… davanti sono tutte uguali, mentre questa pubblicità è famosa per il fondoschiena

Stai portando avanti parallelamente la carriera in Spagna ed in Italia… noti delle differenze tra i due mondi?
No, è quasi uguale. In Spagna hanno un modo leggermente diverso di lavorare, ma mi piacciono entrambi. Al momento sto più in Italia, prima facevo avanti e indietro continuamente, mentre adesso ho preso casa e mi sono ambientata

Hai partecipato al reality show “La Talpa 3”. Come ti sei trovata?
È stata un’esperienza bellissima e difficile allo stesso tempo, perché si vive con dieci persone, tutti insieme 24 ore su 24. La convivenza è stata per me senz’altro più impegnativa delle prove… perché comunque sono abituata a vivere da sola qui a Milano e mi piace avere la mia intimità, come a tutti… lì non c’era nessun angolo d’intimità!

Pensi che l’immagine di te che ne è venuta fuori rispecchi il tuo modo di essere?
Sì, perché io sono così… sono stata assolutamente me stessa.

Sei un po’ pentita di essere uscita prima?
No, ho fatto quello che mi sentivo di fare

C’era un rapporto particolare con Franco Trentalance… Sei ancora in contatto con lui?
(ride) No, abbiamo perso i contatti, adesso credo sia impegnato a Budapest… È una persona stupenda, è bravo e intelligente. C’era quella famosa cena in sospeso…

E questa cena è rimasta una promessa non ancora mantenuta?
No, perché lui voleva il dopocena… e allora ho deciso di no.

Hai fatto ben cinque calendari (Roberta, Fapim, Armada Nueva, Edibas e Interviù). Qual è il tuo preferito e perché?
Il mio preferito è quello che ho fatto in Spagna per Interviú. Non perché sono spagnola, ma perché nelle foto mi sentivo me stessa… Sono foto in stile anni ’80, col rossetto rosso sulle labbra… mi piacciono particolarmente.
Tra quelli che ho fatto in Italia, scelgo il calendario di
Roberta, molto bello anch’esso.

Per il giusto fotografo e nella giusta occasione (ad esempio, per Playboy), poseresti completamente nuda o è, in un certo senso, ‘un tuo tabù’?
Completamente nuda no, mai. Posare a seno scoperto lo vedo come una cosa naturale, perché chiunque può andare al mare e mettersi in topless… e soprattutto il mio seno è naturale. Il nudo integrale, invece, per me, è una cosa più volgare, preferisco non farlo. Già quando si fa un calendario si mostra un po’ di più, ma addirittura nuda… Non bisogna regalarsi troppo, bisogna lasciare qualcosa all’immaginazione… (sorride) Beh, in effetti già mostrare il seno, come ho fatto io, non è poco!

Hai anche un’esperienza da attrice, nel film “La fidanzata di papà”. Come ti sei trovata sul set?
Benissimo! Ero molto a mio agio, è stato come essere in famiglia… mi hanno aiutata tutti tantissimo, perché comunque era la mia prima esperienza. E ho fatto anche un po’ di vacanza, girando tra Roma e la bellissima Miami.

E, guardando al futuro, preferiresti una carriera da attrice o da presentatrice?
Mi piacerebbe fare entrambe le cose, ma, se proprio devo scegliere, dico l’attrice. Ho voglia di migliorarmi, perché la bellezza serve solo per la prima impressione, ma ciò che conta davvero sono le proprie capacità e quello che si ha dentro, che rimane nel tempo.

Sei talmente bella e talmente “tanta”, che i tuoi fan faticano a mettersi d’accordo su quale sia la parte più bella del tuo corpo. Tu quale preferisci?
Mi piacciono i miei occhi, perché sono sinceri, dicono sempre la verità

Sei alta 1.88 senza tacchi… La tua altezza esagerata ti ha mai creato dei problemi? Ad esempio, io sono 12 centimetri più basso di te… Hai mai messo un uomo in imbarazzo per questo motivo?
Io non ho nessun problema, ma ovviamente l’uomo che si avvicina a me deve essere molto sicuro di sé.
Qualche problema in realtà l’ho avuto da piccola, perché ero più alta anche dei miei coetanei maschi e mi dicevano che sembravo una Barbie, mi prendevano un po’ in giro. A volte non andavo neanche a scuola, perché mi sentivo male… adesso ho capito che è una bella cosa e che la loro forse era solo invidia; dopo aver tanto desiderato di essere più bassa, magari segandomi le gambe, ora so che essere alta è un privilegio.

Ma allora hai imparato tardi a mettere i tacchi?
Assolutamente sì! Ho iniziato ad indossare scarpe col tacco a 21 anni, prima non ne usavo… e a Tenerife, dove gli uomini sono abbastanza bassini, sembravo un gigante! (ride)

Sei un po’ una contraddizione: spagnola di nascita e italiana d’adozione, ma allo stesso tempo alta, bionda, con madre sudafricana e cognome anglofono. Andando per luoghi comuni, sei un’amante passionale (come immaginiamo le latine) o algida (come le alte e bionde)?
Sono molto latina e quindi muy caliente!

Nonostante tu sia bellissima e famosa, c’è poco gossip su di te. Come riesci a tenere lontani i paparazzi e a non farti affibbiare mille fidanzati?
Sono una persona tranquilla e al momento ho solo amici. Finché non trovo l’uomo giusto

Quindi attualmente sei single?
Sì, attualmente non sono fidanzata

E come dev’essere il tuo uomo ideale?
Deve farmi ridere, dev’essere simpatico, solare e molto sicuro di sé; inoltre, cerco una persona di cuore e molto sportiva. Preferisco un uomo sui 35 anni, maturo e che sa già bene ciò che vuole. E poi non troppo più basso di me, anche se questo non è poi così importante… adesso va di moda l’uomo basso!

Puoi anticiparci qualcuno dei tuoi impegni futuri o è tutto top secret?
(sorride) Tutto “top secret”, perché nell’ambiente si dice che “da malasuerte” parlarne prima… aspettate e vedrete, i fatti sono sempre meglio delle chiacchiere!

Che rapporto hai con la tecnologia e con internet? Controlli frequentemente il tuo sito?
Sì, ho il mio sito, ma lo guardo una volta al mese… Non sono una persona che sta sempre al computer, preferisco di gran lunga conoscere la gente dal vivo. Mi limito a controllare la mia casella email e per il resto il pc lo uso solo per ascoltare musica e vedere qualche video!

Dunque niente Myspace e niente Facebook?
Su Facebook ci sono, perché me ne ha creato uno mio fratello. È lui che gestisce i contatti lì, ma presto lo convincerò a rivelare anche a me la mia password! (ride) Sai com’è il rapporto tra fratello e sorella, lui vuole controllare tutto…

E per chiudere in bellezza l’intervista, ritorna la tradizione del saluto ai nostri lettori. Eccovi l’audio di Natalia che ci manda un bacio…

Per le foto di Natalia Bush, ringraziamo la Luca Casadei Management. Vi ricordo che potete trovare altre informazioni visitando il suo sito ufficiale, www.nataliamesabush.com. Ma, considerato quello che ci ha detto, se volete lasciarle un commento è senz’altro meglio che lo scriviate qui… Ci sono molte più possibilità che lo legga!

You may also like...

4 Responses

  1. alc says:

    e la domanda sulla zufolata?

    mannaggia…

    cmq bel colpo, natalia è una spanna sopra!

  2. lukebel says:

    Bhè io sono alto 1.82 quindi non mi faccio problemi…non me li farei neanche se fossi 1.50….
    Grande intervista!

  3. SCEV says:

    Interessante 😀 nn sapevo fosse spagnola 😀

  1. 2010/07/07

    […] Juliana Moreira, Cristina Chiabotto, Alessia Piovan, Keyla Gonzalez, Maeve Kennedy, Luisa Corna, Natalia Bush, Nora Mogalle, Aura Rolenzetti, Lydie Pages, Silvia Battisti e Paolo Conticini: come l’anno […]

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *