Elise, la Regina Lucertola

elise_craig-morrow1.jpg Apre oggi la sezione “Bellezze dall’altro mondo” di BE! Magazine, che, come suggerisce il nome, sarà dedicata a donne famose in altri Paesi, ma poco conosciute o totalmente sconosciute in Italia. Il primo incontro è con Elise, una modella inglese. Elise è apparsa sulla copertina di Nuts ed è stata una cybergirl per il Playboy britannico, ma la sua seconda professione è talmente curiosa da far la felicità di Fabrizio Frizzi e degli autori del programma delle identità misteriose… Fa infatti la rappresentante di “sex toys” di una nota marca! Leggete la sua intervista e lasciate un commento se ne resterete colpiti, qui in italiano o nella versione inglese se preferite lasciarlo nella sua lingua, in modo che lo capisca.

For the English version of this interview, please click here

Ciao Elise, benvenuta sulle nostre pagine. È davvero difficile trovare il tuo nome completo in rete. Perché hai deciso di usare solo il tuo nome di battesimo come nome d’arte?
Ho preso ispirazione da uno dei miei idoli, Jordan. Volevo presentarmi con un solo nome come lei, così non uso il mio vero nome o cognome.

elise_craig-morrow2.jpg

E perché ti sei soprannominata “the Lizard Queen” (la Regina Lucertola)?
Amo rettili e draghi, ho un dragone d’acqua come animale domestico; sono anche appassionata dei Simpsons e ‘I am the Lizard Queen’ è una frase che Lisa pronuncia, “flashata” da un’acqua sospetta in un vecchio episodio.

elise_craig-morrow4.jpg Rivendichi il tuo essere tutta naturale e lo gridi forte. Ti secca venire scavalcata da altre ragazze dopo un’aggiunta di silicone a buon mercato?
Non particolarmente, mi piace pensare di essere diversa dalle altre modelle perché sono tutta naturale, non solo le tette, ma anche lunghezza e colore dei capelli, unghie ed altre cose che alcune ragazze si fanno migliorare.
Ciò che mi dà fastidio è il non venire notata e riconosciuta per questa caratteristica.

Tutte le modelle britanniche al top al momento hanno qualcosa in comune: tette enormi. Perché gli Inglesi sono così ossessionati dalle tette? Non dovrebbero essere una peculiarità delle donne mediterranee?
Penso che sia un semplice caso di “più grandi sono e meglio è”.

Madonna diceva “Italians do it better”. Puoi confermarlo (se hai mai provato un amante italiano) o sei soddisfatta degli amanti britannici?
Non ho mai provato un Italiano, quindi non posso dire molto di loro; inoltre, sono felice sono felice col ragazzo britannico che ho già. Mi spiace.

elise_craig-morrow3.jpg In Inghilterra c’è una netta separazione tra le riviste “serie” e quelle “sciocche”, mentre in Italia è possibile vedere i ‘Nuts Top 100’s’ ripresi da La Repubblica, autorevole quotidiano. Preferiresti la contaminazione all’italiana o ti diverte il tuo ghetto rosa e dorato sulle riviste inglesi?
Mi piace stare in quasi qualsiasi tipo di pubblicazione, purché sia venduta in negozi dove tutti la possono vedere e non sia di dubbio gusto o squallida, allora ne sono felice.

Ti senti mai in imbarazzo quando posi quasi nuda? Ci puoi raccontare un episodio imbarazzante, per esempio in uno di quei servizi fotografici finto-lesbo?
In realtà no, se le foto vengono bene, allora sta bene anche a me.
Una volta mi hanno fatto indossare un vestito di PVC per un servizio, senza capire che puzzava tremendamente; dopo un po’ ho cominciato a percepire il cattivo odore e pensavo fosse l’altra ragazza… solo alla fine dello shoot ho capito che si trattava del vestito! Dopo avere passato tutto lo shoot cercando di non avvicinarmi troppo all’altra modella e trattenendo il respiro pensando che fosse lei a puzzare, quando non era così!

elise_candy-crib.JPG Hai posato per Playboy, una vera istituzione! Sei riuscita a sentire un’atmosfera diversa da tutte le altre riviste, su quel set?
Era solo Playboy UK cybergirls, non credo abbia lo stesso alto profilo del Playboy americano, inoltre non sono stata entusiasta di come sono venute le foto, quindi non è stato davvero diverso da qualsiasi altro shoot.

Hai anche lavorato con ‘Jordan’ Katie Price. Com’è di persona? Ci puoi raccontare qualcosa che non sappiamo già dal sextape che abbiamo visto tutti?
È adorabile, mi sono davvero divertita quel giorno, è stato emozionante lavorare con uno dei miei idoli e ancora meglio vedere i risultati il giorno dopo, su tutti i quotidiani e le riviste.
A dire il vero temo di non avere mai visto “quel” video, quindi non posso dirvi niente al riguardo. Non ho mai sentito il bisogno di guardarlo.

elise_mark-barnfield.jpg Oltre a posare, lavori per la Ann Summers, quindi la domanda è inevitabile: usi i loro sex toys? Oh, non riesci a trovare un uomo che ti soddisfi meglio di un aggeggio di plastica?
Certo, e non li uso al posto di un uomo, li uso col mio uomo! Andiamo ragazze, sapete di cosa sto parlando, quando lui “spara” troppo presto proprio in quel momento importantissimo, hai bisogno di concludere in qualche modo… e quale modo migliore che tirar fuori il tuo rampant rabbit e fargli finire quello che ha iniziato! (Elise ride)

Gli uomini si comportano diversamente con te, in base al fatto che ti conoscano come modella o come rappresentante di Ann Summers? Sono intimoriti o eccitati dal tuo doppio lavoro?
Non particolarmente, di solito vengo abbordata quando esco, indipendentemente dal fatto che sappiano cosa faccio o meno, ma a volte ci provano anche di più quando scoprono cosa faccio.

Dopo questa intervista e queste foto, potremmo volerti a tempo pieno in Italia. Cosa ti dovremmo offrire?
Hmm, fammi pensare. Vorrei copertine e servizi speciali con tutte le riviste per uomo più vendute, come Maxim, FHM e così via. E un sacco di soldi per fare gli shoot ovviamente, non chiedo di avere solo un mucchio di contanti, lavorerei con gli shoot e tutto il resto per guadagnarmeli.
E poi bisogna vedere per quanto tempo mi volete là, se è un luuungo periodo, dovrò sradicare le mie cose e portarle tutte con me!

elise_james-game.jpg

Se volete sapere di più di Elise, visitate il suo sito e il suo myspace:
www.glamourgirlelise.co.uk
www.myspace.com/glamourgirl_elise

Le foto da 1 a 4 sono di Craig Morrow; la 5 di Candy Crib; la 6 di Mark Barnfield; la 7 di James Game

You may also like...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *