Perchè il CERN non ci ucciderà.

Poco tempo fa una notizia ha fatto il giro del mondo: l’apocalisse arriverà nel 2008. Secondo alcuni il CERN sta progettando un esperimento che causerà la fine della terra e forse dell’intero universo, cerchiamo di capire quanto ci sia di vero in questa notizia.

Cos’è il CERN?
Il CERN è il più grande laboratorio di fisica delle particelle; è stato fondato in Svizzera nel 1954 e, ad oggi, ha prodotto molti risultati per la scienza.[1]
Il progetto più importante al quale sta lavorando da molti anni è quello riguardante il Large Handron Collider: LHC.

LHC

Che cos’è LHC?
LHC è un acceleratore di particelle: un tubo (qualcosa di più in realtà) circolare lungo 27 Km. Nella foto potete vedere che è davvero enorme, gigantesco. Non vi faccia paura il termine “acceleratore di particelle”, infatti ne avete uno a casa… la televisione! I televisori CRT (non quelli sottili per intenderci) sono degli acceleratori di elettroni.
All’interno di questo enorme acceleratore, avverranno tutti gli esperimenti dei quali dovremmo preoccuparci….

Cosa succede dentro LHC?
Dentro l’acceleratore milioni di particelle vengono “sparate”, in direzione opposta, a velocità prossima quella della luce (300 000 km al secondo) incominciando a girare all’interno del tubo finché non si scontrano. Detta così sembra una fesseria, in realtà il concetto è un po’ più complicato ma neanche troppo; durante lo scontro si libererà una notevole energia, che secondo la fin troppo nota formula E=mc², porterà alla creazione di materia.[2]
Esistono in tutto il mondo, ed anche al CERN, altri acceleratori di particelle ma questo è il più grande, paura? Ancora no? Allora eccovi alcuni dati:[3]

  • 9300 magneti presenti (pensate a calamite ENORMI).Ogni magnete sarà ad una temperatura di -271,3 C°, per fare ciò serviranno inizialmente 10 000 tonnellate di azoto liquido, e poi 60 tonnellate di elio liquido.
  • All’interno dell’acceleratore la pressione è pari a 10 volte meno la pressione sulla luna (notare che sulla luna non c’è atmosfera), ossia uno degli spazi più “vuoti” che possa esistere in una galassia.
  • 1500 miliardi di gradi C° al momento dell’impatto tra le due particelle (100 000 volte più caldo dell’interno del sole)
  • 600 milioni di collisioni al secondo
  • 3 miliardi di € investiti

Paura?

Secondo alcune teorie impatti, come quelli che avverranno all’interno del LHC, possono creare dei piccoli buchi neri.

Un buco nero attira tutto cio' che lo circonda

Un buco nero è un buco gravitazionale, come qualcosa di pesantissimo, così pesante da attrarre persino la luce e tutto ciò che lo circonda. Quindi, se si creassero dei buchi neri anche minuscoli, la Terra potrebbe essere in pericolo.
Inoltre, tutta questa energia liberata, in un così piccolo spazio, potrebbe portare alla creazione di particelle anomale, chiamate “strane”, che potrebbero interagire con la materia che le circonda in modo imprevisto, addirittura modificandone la natura e stravolgendo tutto ciò che incontra.

Paura?

Sarebbero ancora molte le cose preoccupanti, ma cerchiamo di stare tranquilli:

  • Secondo la stessa teoria per la quale le collisioni possono creare buchi neri, i buchi neri evaporeranno nel nulla senza lasciare traccia[4]
  • Sebbene l’energia liberata da una collisione sia la più alta mai realizzata con un acceleratore di particelle, è comunque pari ad una dozzina di mosche in volo!
  • La prova più evidente, tuttavia, è la seguente: LHC cerca semplicemente di riprodurre quello che avviene in natura quando un raggio cosmico [5] colpisce la terra, se siamo ancora vivi è perché nulla è mai accaduto e nulla mai accadrà.

Se non siete convinti, incominciate a costruirvi una navicella spaziale, perché credo che a maggio si darà il via agli esperimenti; se qualche argomentazione non vi è chiara scrivete un commento e farò il possibile per renderla più limpida.

Ciao e grazie, 4011



[1]Alcuni di voi sapranno che al CERN è stato creato il World Wilde Web, in pratica internet: anche ad esso, quindi, dobbiamo tutti i nostri giga di film porno.
[2] Si è alla ricerca di una particolare particella, che si creda esista ma non è mai stata trovata.
[3]Fonte sito del CERN
[4]Radiazione di Hawking
[5]
Raggi che in continuazione arrivano sulla terra, per di più filtrati dall’atmosfera.

You may also like...

6 Responses

  1. Doc77 says:

    Interessantissimo e spiegato con parole semplici per noi profani.
    Non ho capito un passaggio:
    “Sebbene l’energia liberata da una collisione sia la più alta mai realizzata con un acceleratore di particelle, è comunque pari ad una dozzina di mosche in volo!”
    ???????

  2. Doc77 says:

    Chiedo scusa se divido il commento in 2 ma avrei un’ultima curiosità:
    “Secondo la stessa teoria per la quale le collisioni possono creare buchi neri, i buchi neri evaporeranno nel nulla senza lasciare traccia”
    Evaporerebbe nel medesimo istante in cui verrebbe creato oppure nel frattempo potrebbero crearsi situazioni “strane”(tipo…o cazzo,mi è sparito il gatto)?

  3. 4011 says:

    praticamente non è chiaro perchè non moriremo 😛

    #1 Che l’energia sia pari ad uno sciame di mosche significa, in parole povere, che è pari all’energia che dovrebbe avere uno schiaffo per farle fermare… sarebbe l’energia cinetica, che dipende dalla massa e la velocità. Sebbene le particelle siano velocissimissime hanno una massa piccolissima, e quindi l’energia è paragonabile ad una mosca che va lenta (rispetto alla luce è praticamente ferma) ma ha una messa di miliardi di miliardi di particelle.

    #2 Ora non so dirti quanto tempo ci metteranno ad evaporare, però posso dirti che, secondo alcuni calcoli, ci vorrebbero anni affinchè assorba un solo grammo di materia, ma credo che evopereranno dopo pochi attimi.

  4. 4011 says:

    Mentre studio per gli esami e non ho tempo per preparare un altro articolo vi pasto questo link, in inglese ma più convincente e dettagliato anzichenò!

    http://slashdot.org/palm/31/08/06/23/134251_1.shtml

  5. PsychoCaio says:

    Bell’articolo! Ma correggi la velocità della luce, 300km/sec sono pochini 😛

  6. 4011 says:

    Ehehe, corretto grazie! (Com’è che nessun altro se ne è accorto!?)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *